HOME

Archive for the ‘2015 S.Andrea di S.’ Category

Miglior Coppa (di testa) delle Marche 2015

In 2015 S.Andrea di S., S.Andrea di S. on 19 gennaio 2015 at 17:24

VII Edizione Miglior Coppa di testa delle Marche

La giuria composta dai delegati AIS della Regione Marche si è riunita sabato 17 gennaio 2015 a Sant’Andrea di Suasa (Mondavio – PU) in occasione de La Festa del Nino  per decretare la Miglior Coppa di testa delle Marche.

La giuria ha premiato per la Miglior Coppa di testa della regione:

AZIENDA AGRICOLA VESPRINI LAURA
Contrada S.Pietro, 2
63025 Montegiorgio (FM)
La coppa è stata realizzata dal norcino Vesprini Giuseppe

Ha premiato per il Miglior vino in abbinamento con la Coppa di testa:

PODERE SANTA LUCIA di Stefano Balducci & C. s.a.s. società agricola
Via Santa Lucia, 65
60037 Monte San Vito (AN)
Tel. 347.9462523
www.poderesantalucia.com

Vino Spumante Brut Rosé

Edizioni precedenti

TREKKING DEL NINO 2015

In 2015 S.Andrea di S., S.Andrea di S. on 13 gennaio 2015 at 22:47

Anche quest’anno non poteva mancare il Trekking del Nino organizzato dagli amici del CAI di Fossombrone.

CAI-Fossombrone

Data: Domenica 18 gennaio 2015
Ora: 09:15
Ritrovo: Parcheggio Via Leopardi
Percorso: Da Barchi a Sant’Andrea di Suasa
Accompagnatori: Sonia Pierobon (329 3566673)
Email: caifosso@gmail.com

La canapa: il Nino verde

In 2015 S.Andrea di S., S.Andrea di S. on 11 gennaio 2015 at 16:31

Della canapa, proprio come del maiale, non si butta via nulla. Ogni parte della pianta è utilizzabile per fare carta, stoffe, olio, farina, materiali edili e cosmetici.

La canapa è stata vittima di un ingiusto proibizionismo per più di 20 anni, ed è per questo che abbiamo pensato di riproporre il suo uso alimentare in occasione della Prima Cena Carbonara.

NinoVerde

Per approfondire Il maiale vegetale di  Teodora Stefanelli.

SPECIALE 2015! IL NINO IN CAMPER

In 2015 S.Andrea di S., S.Andrea di S. on 10 gennaio 2015 at 13:42

Partendo da Sant’Andrea di Suasa ci si immerge in un paesaggio ricco di tesori dell’arte e della natura, come Mondavio con la sua rocca rinascimentale, Fratte Rosa famosa per le terrecotte, e ancora Barchi, San Lorenzo in Campo, Pergola con i celebri bronzi dorati di epoca romana e infine Fossombrone ai piedi del parco naturale della Gola del Furlo.
In occasione della festa sarà possibile acquistare un pacchetto speciale per SABATO 17 GENNAIO che comprende al costo di € 20,00:
Degustazione presso la cantina vinicola Terra Cruda di Fratte Rosa (www.terracruda.it)
Pranzo a La Festa del Nino
Visita alla Rocca di Mondavio (www.mondavioturismo.it)

COME RAGGIUNGERE LA FESTA

Visualizza Sant’Andrea di Suasa su Google Maps

Per i camperisti:

Nuova area attrezzata per camper a Mondavio (con attacco acqua, corrente elettrica e scarico), posizionata a fianco dell’albergo, ristorante e pizzeria ‘Ai Cappuccini’ (Via Cappuccini), a 500 metri dal centro storico.

Area parcheggio per camper in località Passo di Sant’Andrea (Via del Lavoro – Pianaccio) con bus navetta gratuito per raggiungere Sant’Andrea di Suasa distante 10 minuti.

Altre aree attrezzate per camper: Barchi, Orciano di Pesaro, San Lorenzo in Campo.

Prima Cena Carbonara

In 2015 S.Andrea di S., S.Andrea di S. on 10 gennaio 2015 at 01:31

VENERDI’ 16 GENNAIO
ORE 21:00
POSTI LIMITATI – LUOGO SEGRETO

PRIMA CENA CARBONARA

CenaCarbonara

Menù elaborato dai cuochi Luca Santini e Lucio Bussaglia

Tortino di zucca su cavolo verza con fonduta allo zafferano, pesto di canapa e pancetta croccante

Spaghetti alla carbonara di Nino

Kebab di maiale con semi di canapa

Insalata di broccoli e ciccioli

Dolce cubano al rhum e tabacco

Vini Cantina Terracruda

Interventi a tema dello scrittore e conduttore televisivo Alfredo Antonaros

Prenotazione obbligatoria:
Tel. 366.1685626
info@festadelnino.org
Costo: 25,00 euro

N.B. Il luogo della cena e la parola d’ordine verranno comunicati tramite email o sms solo il giorno prima.

NINO PRIDE

In 2015 S.Andrea di S., S.Andrea di S. on 5 gennaio 2015 at 23:38

Un ringraziamento particolare agli SKLERO per aver composto e suonato il brano
https://www.facebook.com/pages/Sklero/116472178513461?fref=ts

TESTO

Coppa e lonzino
sono robe da assassino
Seitan e soja
della carne tolgon la voglia
Con il tofu in credenza
del maial faccio senza
Con la terra in sintonia
defecatio in armonia

Dall’antichità
l’uomo mangia in crudeltà
Noi vegani e animalisti
ti auguriam una colecisti

TU pensa SOLO ai fatti tuoi
IO non vengo a sindacar con VOI
Non mi disturbare
ho un prosciutto da affettare

Così come altri animali l’uomo è onnivoro
Così come molti animali l’uomo è libero
Vorreste salvarci
siete i primi a fregarci
Ci state additando
criticando
emarginando
e nel ghetto confinando
Ma l’uomo onnivoro è in natura come l’aria
E il tuo stile è una pura scelta arbitraria

TU pensa sempre ai fatti tuoi,
IO non vengo a sindacar con VOI
Non mi disturbare
ho un prosciutto da affettare

NINO PRIDE …

Quando vedo un animalista
sento guai in vista
Si avvicina un vegano
meglio fuggire lontano

Non ho niente contro alcuno
Chiedo solo di mangiare un po’ di tutto
senza passar per forza da farabutto
Come i miei genitori
assaporo le carni migliori

TU SCEGLI PURE COME VUOI,
IO non vengo a sindacar con VOI
Non mi disturbare
ho un prosciutto da affettare

NINO PRIDE …

Festa del Nino 2015 – Presentazione

In 2015 S.Andrea di S., S.Andrea di S. on 26 dicembre 2014 at 12:48

Dal piacere per la carne, l’orgoglio per le proprie tradizioni

Non è semplice riconoscere e accettare che i tempi cambiano. Nuove mode e tendenze alimentari stanno lentamente modificando il concetto di cibo e con esso le tradizioni culinarie depositate da millenni dentro la nostra identità e cultura. Cosi abbiamo assistito e assistiamo inermi e meravigliati alla comparsa del fast food degli anni ’90, del bio e il biodinamico negli anni 2000 e infine dello stile vegan di questo decennio.

E’ tempo di guardarsi attentamente attorno e vedere che essere carnivori (o meglio onnivori) è un po’ come essere demodè, all’antica, fuori dal tempo, il tutto avvallato da uno strisciante e incondizionato attaccamento e da un’irreversibile antropizzazione culturale di tutti gli animali sia domestici che non.

Una folla sempre più numerosa di adepti del salutismo, dell’antispecismo e del qualunquismo si accanisce “inspiegabilmente” e “indiscriminatamente” contro l’”uomo onnivoro”, contro i cultori della buona tavola, contro gli estimatori del grasso. Una guerra d’opinione (speriamo rimanga tale) che confonde il “cosa fai” con il “come lo fai”, che non distingue tra quantità e qualità, e che identifica nel grasso il proprio principale nemico e nel suo animale più rappresentativo il male supremo.

Per spiegare le nostre ragioni con i fatti, ancora una volta, con orgoglio, nel giorno del santo protettore degli animali rifaremo LA FESTA al nostro simbolo e vessillo: il maiale.

Così, durante la prossima edizione, tra il serio e il faceto, accettando il nostro destino inesorabile di diventare una minoranza; si coglierà l’occasione per approfondire i temi legati alle nuove tendenze alimentari (tra cui la lotta indiscriminata al grasso) e si porranno le basi della nostra resistenza alimentare carbonara.

Quindi “La Festa del Nino” si rifà! Perché noi preferiamo, tutto sommato, avere una festa in più (magari vegana) che una festa in meno.

Buon appetito e buona festa a tutti noi.

Ignoranti di spessore

DSCN6747_small

Scritta apparsa il giorno di Natale sulle vele pubblicitarie a Fano (PU).
ALF: Animal Liberation Front